Tazza di cappuccino con un'immagine dell'aereo

Perché il cibo in aereo cambia sapore

Hai mai notato che quando sei in aereo sia il cibo sia le bevande è come se perdessero di sapore?  Sicuramente avrai dato la colpa a ciò che ti viene servito dalle compagnie, ma in realtà non è proprio così, anche eventuale cibo portato da casa avrà un sapore diverso.

Perché accade ciò?

La verità è che non è il cibo a perdere il sapore, siamo noi che lasciamo “a terra” il gusto. Secondo uno studio condotto nel 2010 la combinazione tra la scarsissima umidità presente nell’aria e la bassa pressione fa sì che la nostra sensibilità verso i cibi dolci e salati cali del 30%. Questo perché a quanto pare è il naso che ci consente di percepire gli aromi e l’ambiente che si va a creare in aereo cala la concentrazione delle molecole che il muco nasale può catturare. Non varia invece la nostra percezione verso sapori acidi o amari.

Quando il rumore di fondo ci mette lo zampino

Secondo uno studio mangiare con un forte rumore di sottofondo ci fa avvertire meno i sapori dolci e salati, ma di più la consistenza del cibo e in particolare la “croccantezza”.

Inoltre, pare che il rumore abbia la capacità di intensificare alcuni sapori tra cui quello del pomodoro maturo, non a caso pare che a bordo il succo di pomodoro (e il bloody mary) sia tra i più richiesti dai passeggeri.