Lesson Plan: i Beatles e la giornata mondiale della pace

Lesson Plan: i Beatles e la giornata mondiale della pace

Questo mese la nostra proposta di Lesson Plan non poteva non legarsi alla giornata mondiale della pace e di conseguenza allo storico gruppo dei Beatles. Infatti, quando si parla di tematiche legate alla pace e all’idea di un mondo migliore da consegnare alle generazioni future, è inevitabile pensare alla canzone “ Imagine” scritta da John Lennon.

Imagine

there’s no heaven
It’s easy if you try
No hell below us
Above us only sky
Imagine all the people living for today

Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people living life in peace, you

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope some day you’ll join us
And the world will be as one

Imagine no possessions
I wonder if you can
No need for greed or hunger
A brotherhood of man
Imagine all the people sharing all the world, you

You may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope some day you’ll join us
And the world will be as one

John Lennon fu considerato tra i rivoluzionari della musica pop. Assassinato a New York nel 1980, ha una produzione solista di alto livello, dove non mancano autentici capolavori come Imagine, considerata la canzone simbolo del suo messaggio politico. Lennon dopo  l’addio ai Beatles partì immediatamente in un tour pacifista proponendo veri e propri inni alla pace (Give Peace a Chance è tra questi) insieme alla moglie Yoko Ono.

Il contesto storico in cui nasce Imagine è quello della guerra del Vietnam, delle proteste e della contestazione giovanile del biennio 1968-1969 in tutta Europa.

Lennon in Imagine, ci chiede di immaginare un mondo alternativo dove non ci siano divisioni, un mondo senza guerre e conflitti. La canzone col suo messaggio universale è diventata l’inno non ufficiale della pace, spesso usata in occasione di gravi e efferati fatti di attualità.

Brevi cenni alla storia del gruppo:

The Beatles gruppo musicale fondato a Liverpool nel 1960 e attivo fino al 1970. Composto da John Lennon, (1940–1980), Paul McCartney (1942), George Harrison (1943–2001) e Ringo Star (1940)

Considerati un vero e proprio fenomeno hanno segnato un’epoca lasciando la loro impronta nel costume, nella moda e nella pop art.

L’attenzione legata al loro successo mediatico, ha favorito la nascita della cosiddetta Beatlemania divenendo oggetto di studio di università, psicologi e addetti del settore. La storia dei Beatles ci porta inevitabilmente nel mondo della musica e ad una lezione tutta dedicata ad esso.

Step 1: Clil di musica

Il primo step sarà quello di introdurre la storia della musica Britannica citando i principali autori e generi musicali, facendo riferimento anche ai famosissimi Festival e Concerti che si tengono ogni anno. A questo scopo propongo un testo tratto da “ British Style” ed Liberty:

MUSIC..

Britain was the starting place for many kinds of music, from Beat to Britpop, Glam Rock to Heavy Metal, Punk to Progressive House. Some very famous concerts werte Britain, and every year people travel from around the world to see concerts and big music festivals like Glastonbury and the Isle of Wight Festival:

Many great musicians are from the UK. Your parents or grandparents loved some of them, like the Beatles and the Rolling Stones, Queen, Pink Floyd, Led Zeppelin, David Bowie, Elton John, George Michael and Amy Winehouse. Many more are famous now. Everyone in the world knows singing star Ed Sheeran and his love songs. Then we have Jessie J and Adele, who were classmates in school, and now have a message for girls and women everywhere to be strong. There is a famous rapper Stromzy and the boy band One Direction. They became famous on the tv programme X factor 2020, then decided to have a “ break” in 2016. Harry Styles is the most famous of the four boys and he travels the world giving concerts.

MUSICALS AND COMEDY

The British love music at the theatre too: in musical theatre. Actors tell the story with songs. London is famous for its theatres and people love to go there to see shows like the Lion King, Cats, The phantom of the Opera, and Mary Poppins.

Another British favourite is comedy, which is really an old way to have fun. A lot of today’s comedians became famous thanks to the Edinburgh Fringe Festival, three weeks of great theatre, comedy, dance and music in the Scottish capital, and thanks to the stand-up comedy, a kind of theatre where one actor stands and talks, and tries to make people laugh.

British Style

Ed. Liberty

Step 2: Attività didattiche

Strutturare una lezione sulla musica con didattica clil è un modo molto accattivante per avvicinare gli studenti all’inglese. Di seguito proponiamo alcune attività da svolgere in classe

  • Scheda tratta dal sito Loescher, scaricabile e fotocopiabile contiene una breve presentazione dei generi musicali e poi alcune attività di comprensione e di lessico
    CLIL MUSIC

Le seguenti attività, invece, prevedono l’ascolto in classe di una canzone e la successiva analisi:

Attività 1: Comprehension

  • Ascolta la canzone e poi rispondi in modo personale.
  • Does this song make you feel happy/ sad ? Why ? Why not?
  • What’s the song about?
  • What does the singer ask you to do? What is the message of the song?
  • What instruments can you hear?
  • How do you feel when you listen to it?
  • Do you know other songs by this singer? Which ones?
  • What genre of music do you think the song is?

Attività 2: Lessico

Preparare una lista di parole alcune di esse devono essere contenute nel testo della canzone. Chiedere agli studenti di cerchiare durante l’ascolto le parole che vengono pronunciate dal cantante.

Attività 3: Multiple choice

  • Preparare un esercizio contenente alcune frasi del testo proponendo varie opzioni di completamento.

Es:

What has the singer got on his phone?

  1. Photos
  2. songs
  3. text
  • Di cosa parla il testo della canzone? Scegli la sintesi migliore

Attività 4: fill in the gaps

  • Attività di ascolto e completamento delle frasi.

GRAMMAR TIPS

Questo tipo di lezione offre anche alcuni approfondimenti grammaticali

  • I verbi del campo semantico dell’udire ( Listen, listen to, hear, pay attention, attend)
  • Il passivo e la preposizione “ by”

Il testo di “Imagine” è una possible proposta sulla quale impostare le attività illustrate.

Step 3: “ Yesterday”, il film

Uno strumento molto interessante per impostare una lezione sui Beatles è il film “ Yesterday”. Dopo aver svolto le attività precedenti legate all’ascolto delle canzoni, sarà interessante proporre la visione del film e richiedere lo svolgimento di varie attività da parte degli studenti per verificarne la comprensione.

Attività proposte:

  • Riassunto scritto del film in lingua originale
  • Commento scritto personale e strutturato del film, con eventuali cenni alla storia dei Beatles
  • Esposizione orale con riassunto e commento del film
  • Attività a gruppi secondo la metodologia del cooperative learning attraverso la quale approfondire tematiche, fatti o personaggi legati alla storia del film e alla storia della musica in generale.

Valutazione:

L’insegnante al termine della restituzione da parte degli alunni valuterà la correttezza ortografica ( nel caso della produzione scritta), la pronuncia ( per l’esposizione orale), la capacità di costruzione della frase e la ricchezza e la pertinenza del lessico. Oltre alla valutazione della forma, si dovrà valutare la comprensione dei contenuti e la capacità di inserirli in modo adeguato all’interno di una analisi o di una esposizione.

Step 4: I luoghi dei Beatles…un tour virtuale sulle trace dei “Fab Four”

The Beatles Story
L’insegna di The Beatles Story, il museo di Liverpool dedicato al gruppo

I luoghi beatlesiani  sono posti significativi legati  alla vita, alle attività e alle opere dei Beartles fino al 1970, anno che segna la conclusione della loro carriera.

Questi  luoghi si  possono individuare entro un cerchio di meno di 400 chilometri di raggio che racchiude Liverpool (luogo di nascita dei quattro musicisti), Amburgo (dove i Beatles fecero una dura gavetta) e Londra.

  • Abbey Road

Where Are the Beatles - Flickr - Penningtron

Il nostro tour virtuale non può non iniziare sulle celebri strisce pedonali situate di fronte agli Abbey Road Studios. In questi studi, di proprietà della casa discografica EMI, dove i Beatles incisero alcuni dei loro brani più famosi e decisero di chiamare così il loro ultimo album. La copertina di Abbey Road ritrae i Beatles mentre attraversano il passaggio pedonale di fronte agli Studios. La foto scattata l’8 Agosto 1969 dal fotografo Ian McMillian  ha fatto di questa via la meta di un vero e proprio pellegrinaggio per tutti i fan.

  • Apple Records

Nel 1968 i Beatles fondarono la casa discografica Apple Records. La sede degli studi si trova al numero 3 di Savile Row ed é qui che i Beatles si ritrovavano il 30 gennaio 1969 in occasione del loro ultimo concerto.

  • Manchester Square N.20

Nel 1963 usciva il primo album dei Beatles, “ Please, Please me”.
L’album fu registrato in un solo giorno e  anche la copertina fu realizzata molto rapidamente, infatti, il produttore George Martin radunò i quattro nella sede della EMI in Manchester Square, chiedendo loro di sporgersi dalla ringhiera della tromba delle scale…

  • 20, Forthlin Road. Liverpool

Il numero 20 di Forthlin Road rappresentò, nel 1955, l’approdo definitivo della famiglia McCartney.   Si trovava nel quartiere Allerton  e Forthlin Road faceva angolo con Mather Avenue, dove ogni mattina Paul aspettava alla fermata l’autobus numero 86 che lo portava a scuola.

  • 25, Menlove Avenue. Liverpool

Era una porzione di villetta bifamiliare costruita negli anni trenta e casa natale di John Lennon.  La casa  fu venduta nel 1965. Nel 2002 l’abitazione fu di nuovo messa in vendita, e in quella circostanza fu acquistata da Yōko Ono che la donò al National Trust, affinché divenisse – come era avvenuto per Forthlin Road – patrimonio culturale nazionale e fosse possibile visitarla. È aperta al pubblico dal 2003.

  • 25, Upton Green. Liverpool

Nel 1950 gli Harrison si trasferirono in una casa popolare al 25 di Upton Green, nel sobborgo di Speke, all’estrema periferia sud di Liverpool.  Poiché la sua abitazione non era lontana da quella in cui allora viveva Paul McCartney, un giorno del 1954 i due si incontrarono in autobus di ritorno dal Liverpool Institute e fecero amicizia sulla base della loro comune passione per la musica. La casa di Upton Green divenne così un luogo di incontro per provare.

  • Admiral Grove, Liverpool

In questa casa Ringo venne alla luce nel 1940.  A differenza delle case di Liverpool degli altri tre Beatles, Admiral Grove conservava rare testimonianze di attività legate alla musica. Per ascoltarla, il giovane Ringo  si recava al vicino Empress Pub ( copertina di Sentimental Journey), dove sua madre lavorava come barista.

 

Francesca Tamani

È docente di lingua inglese e francese presso la scuola secondaria “ A. Chieppi” di Parma. Referente e docente per le certificazioni Esol University of Cambridge e Trinity College e per le certificazioni Delf con Alliance Francaise. Ha collaborato alla stesura del testo “Make it” per la scuola secondaria con Cambridge University Press. Fa parte di un gruppo di lavoro Miur “Orientamente” che cura la didattica per l’orientamento e la progettazione di strumenti didattici. Ha curato l’introduzione della didattica Clil come referente per le lingue all’interno di un progetto verticale.

Commenti