giardino delle zucche

Halloween: la tradizione del “Pumpkin Patch”

Il weekend di Halloween si avvicina e l’atmosfera frizzante inizia a diffondersi tra adulti e bambini, tutti impegnati a rispettare la tradizione americana. 

Tra l’organizzazione di feste in maschera, la preparazione di dolcetti a tema e la ricerca del travestimento perfetto, i giorni che precedono la notte del 31 Ottobre sono un turbinio di emozioni!

Oggi vogliamo raccontarti di una particolare usanza legata a questa festività tanto attesa: il “Pumpkin Patch”, letteralmente la “raccolta delle zucche”!

bambina vestita da strega con zucca

 

Cos’è il Pumpkin Patch?

La tradizione del “Pumpkin Patch” nasce in America e consiste nel passare qualche ora all’aria aperta, all’interno di campi di zucche allestiti ad hoc per l’occasione e scegliere la propria zucca da intagliare e portare a casa.

Dedicare una giornata all’usanza del Pumpkin Patch permette di creare un momento di condivisione e divertimento in famiglia o tra amici e di realizzare personalmente originali decorazioni che abbelliscano casa in tempo per la notte di Halloween!

La tradizione del Pumpkin Patch in Italia

La tradizione del Pumpkin Patch è ormai molto in voga anche nel nostro Paese e l’offerta si amplia di anno in anno, diventando ormai un appuntamento imperdibile per grandi e piccini!

In Italia il primo “giardino delle zucche” è nato in Campania, grazie all’intuizione di una famiglia italo-americana che per prima ha pensato di far conoscere quest’usanza anche al popolo italiano.  Ma l’idea ha riscosso un tale successo che ad oggi è possibile trovare degli autentici Pumpkin Patch lungo tutto lo Stivale!

All’interno di queste strutture è possibile rivivere ogni step della tradizione americana: tra laboratori di intaglio, foto in spot instagrammabili realizzati ad hoc e cooking class a tema Halloween…La giornata non può che concludersi con uno squisito Pumpkin Spice Latte, la bevanda tipica di questa stagione!

E tu, hai mai vissuto l’esperienza del Pumpkin Patch in America o nel nostro Paese?