Differenze tra CV italiano e CV inglese

Differenze tra CV italiano e CV inglese

Prima di candidarti per un lavoro all’estero è fondamentale imparare a scrivere il curriculum in inglese. Molte persone danno per scontato che il formato e le regole siano le stesse di quello italiano, ma in realtà le differenze tra curriculum italiano e inglese ci sono ed è bene conoscerle.

Non solo alcune informazioni sono superflue per gli inglesi, ma anche il layout è totalmente diverso.

Le principali differenze tra curriculum inglese e italiano

Formato Europeo? No grazie!

Sembra un paradosso ma nonostante il modello più diffuso prenda il nome di Curriculum Europeo, in realtà è visto di buon occhio solo in Italia. Il formato Europeo infatti viene considerato troppo dispersivo all’estero e ricco di informazioni non rilevanti per i recruiter.
Qual è dunque il formato giusto da utilizzare? Non esiste uno giusto o un modello standard! Questo va scelto in base al ruolo per il quale vogliamo candidarci.

Foto

Inseriamola solo se esplicitamente richiesto per la tipologia di lavoro. Infatti, per le leggi anti-discriminazione il candidato non può essere giudicato per il suo aspetto.

Lunghezza

La lunghezza massima accettata è di due pagine. Non importa quanta esperienza abbiamo, è fondamentale per i recruiter riuscire a capire entro 30 secondi chi siamo e perché siamo adatti a quel ruolo.

Data di Nascita

In Italia è impensabile non inserire la propria data di nascita o età all’interno del curriculum, eppure in un curriculum inglese vale la stessa regola della foto. A differenza di quest’ultima però la data di nascita può essere utilizzata in modo strategico per giustificare la poca esperienza lavorativa, soprattutto per i giovani.

Esperienze lavorative

Spesso nel cv europeo le esperienze lavorative vengono descritte con un elenco di mansioni che abbiamo svolto per quell’azienda. Nel nostro cv inglese invece dobbiamo descrivere in modo discorsivo i risultati raggiunti e il contributo che il nostro lavoro ha dato all’azienda.

Referenze

In Italia difficilmente vengono richieste mentre nel nostro curriculum inglese dobbiamo necessariamente inserirle. In questo caso bisogna indicare i nomi di un paio di persone delle nostre esperienze lavorative e accademiche passate, e naturalmente i loro contatti. In questo caso è bene avvertire le persone interessate e accertarci che queste siano in grado di affrontare una conversazione telefonica in inglese.

Cover Letter

E’ oramai indispensabile sia in Italia che all’estero. Deve essere personalizzata e adattata in base ai ruoli e alle aziende per le quali ci stiamo candidando e deve riassumere in una pagina chi siamo, le nostre esperienze e perché riteniamo di essere adatti a quel ruolo specifico. Se non sai come scrivere una cover letter in inglese puoi leggere i nostri suggerimenti.

Commenti