Brexit: cosa cambia per gli studenti italiani

Brexit: cosa cambia per gli studenti italiani

L’argomento Brexit ci ha accompagnato per diverso tempo, portando con sè diversi dubbi e quesiti che interessano non solo gli italiani che vivono o desiderano vivere nel Regno Unito, ma anche vuole studiare in UK per periodi più o meno lunghi.

La Brexit, come già preannunciato molte volte, porterà una serie di cambiamenti, sia per chi vuole lavorare che studiare in questo paese. Diciamo subito che sicuramente anche dopo la Brexit si potrà ancora studiare nel Regno Unito.

Benché la maggior parte delle modifiche con l’uscita dall’Unione Europea diventeranno più chiare in seguito del giugno 2021, ci sono molti elementi che lasciano intravedere il desiderio del Regno Unito di continuare ad accogliere studenti da tutto il mondo.

Le scuole e le università si dichiarano infatti aperte alla possibilità di protrarre ogni programma che preveda il coinvolgimento di studenti europei ed extraeuropei all’interno dei loro istituti.

Ma quali saranno in concreto gli effetti della Brexit e i cambiamenti per gli studenti?

Vacanze studio all’estero

Per quanto riguarda le vacanze studio all’estero sarà possibile continuare a partecipare a queste esperienze senza bisogno di un visto.

Fino al 1° ottobre 2021 sarà possibile usare la carta di identità per entrare nel Rengo Unito, dopo questa data sarà necessario invece un passaporto valido per l’espatrio.

Trimestre, semestre, anno scolastico in Regno Unito 

Per chi ha meno di 18 anni e sogna di studiare in UK, sarà ancora possibile realizzare questo sogno! Al momento per questi programmi accademici gli effetti della Brexit sono minimi. 

C’è però una differenza d’obbligo da fare per programmi di breve durata o di lunga durata (come quelli annuali). Per un semestre o trimestre nel Regno Unito è necessario possedere un passaporto valido per l’espatrio.

Su questo sarà apposto un timbro al momento dell’entrata nel paese che certificherà la permanenza. 

Chi invece vuole rimanere in Inghilterra per un intero anno scolastico, o di più, oltre al passaporto dovrà sottoporsi prima di partire ad un test di inglese per certificare le sue conoscenze linguistiche.

Il superamento del test permetterà la richiesta di un visto per gli studenti.

Università nel Regno Unito

Gli studenti universitari già iscritti ad un corso di laurea in Uk avranno il diritto di concludere il proprio ciclo di studi, che si tratti di bachelor o master, senza costi aggiuntivi. Potranno anche richiedere i prestiti governativi per la retta e l’alloggio.

Sarà possibile solo però per chi era già iscritto prima del 31 gennaio 2020 e per chi si iscriverà nell’anno accademico 2020/2021.

Da giugno 2021 invece si prevedono più cambiamenti, ogni studente infatti dovrà richiedere l’EU Settlement Scheme, ovvero una richiesta formale di soggiorno per ottenere lo status di residente permanente o provvisorio. La domanda si può compilare online e non richiede alcun pagamento.

Il termine ultimo per la presentazione del EU Settlement Scheme è il 30 giugno 2021.

Brexit e Erasmus+

Il governo del Regno Unito ha confermato non continuerà a partecipare al programma Erasmus +.

Tutti gli studenti internazionali che hanno ottenuto finanziamenti Erasmus + per programmi con sede nel Regno Unito nel 2020 continueranno a ricevere finanziamenti fino alla fine del loro programma nel 2021.

Il governo ha annunciato un nuovo programma Turing, che fornirà finanziamenti a circa 35.000 studenti nelle università, college e scuole del Regno Unito per svolgere tirocini e scambi all’estero a partire da settembre 2021.

I piani attualmente non includono alcun requisito reciproco per le controparti internazionali di fornire finanziamenti per gli studenti in entrata, il che significa che il programma Turing dovrebbe consentire a studenti britannici di studiare in università straniere e non solo europee, ma non sono previsti finanziamenti per il soggiorno e gli studi di studenti in arrivo nel Regno Unito.

La modifica, fanno notare i media britannici, priva gli atenei del paese di finanziamenti rilevanti.

English UK sta facendo pressioni sul governo per negoziare con le sue controparti estere e sostenere UK ELT per riconquistare questo opportunità perduta, consentendo agli studenti e agli insegnanti dell’UE di continuare a beneficiare dell’offerta di istruzione internazionale del Regno Unito.

Commenti