Vincitori Estate INPSieme 2020: ecco cosa accadrà

Vincitori Estate INPSieme 2020: ecco cosa accadrà

Da quando sono uscite le graduatorie Estate INPSieme 2020 tutti i diretti interessati, ovvero vincitori del contributo e tour operator di settore, si stanno ponendo le stesse domande: cosa accadrà adesso? Come si regolerà INPS visto il protrarsi dell’attuale emergenza sanitaria a livello mondiale?

A tal proposito cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Cos’è accaduto con il bando Estate INPSieme 2020

Prima di analizzare cosa ci attenderà nel futuro, facciamo un passo indietro e ricapitoliamo quanto accaduto fino ad oggi.

Come ogni anno il bando Estate INPSieme è stato pubblicato tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio, dando la possibilità a chi fosse in possesso dei requisiti richiesti, di inoltrare la domanda entro il 10 marzo, ovvero il giorno successivo all’inizio del lockdown.

Da bando, la pubblicazione delle graduatorie doveva avvenire entro il 9 aprile 2020 ma visto lo stato di emergenza del paese questa è stata rimandata al 7 maggio.

In concomitanza alla pubblicazione delle graduatorie, l’INPS ha comunicato che non ci sarebbero stati ripescaggi e che tutti i vincitori del bando avrebbero potuto utilizzare il contributo nell’estate 2021.

Ripescaggi Estate INPSieme 2020

All’uscita delle graduatorie nel mese di Maggio INPS ha comunicato che, vista la situazione, non avrebbe proceduto con lo scorrimento di quest’ultime.
Non è da escludere però che questo non possa cambiare nel momento in cui INPS pubblicherà il catalogo e aprirà finalmente le iscrizioni.

Pubblicazione del catalogo online e prenotazione della vacanza studio

Secondo quanto previsto dal bando 2020 la vacanza studio deve necessariamente esser scelta dal catalogo online che INPS pubblicherà sul suo sito contenente l’offerta degli operatori del settore in possesso dei requisiti richiesti dall’ente, catalogo che, secondo quanto dichiarato dall’ente di previdenza dovrebbe uscire in autunno.

Ma sarà effettivamente così?

Se così fosse i vincitori avrebbero da un lato la possibilità di scegliere la destinazione preferita senza andare a “concorrere” con quelli che saranno i vincitori di Estate INPSieme 2021, diversamente la situazione potrebbe diventare piuttosto complessa. Alla luce delle restrizioni richieste, a causa dell’attuale emergenza sanitaria, bisognerà infatti capire se INPS cambierà i requisiti per quanto riguarda le sistemazioni all’estero dove potrebbero non essere più consentite camere doppie, e in Italia dove addirittura le camere da bando potevano contenere fino a 4 posti letto.
Nel caso in cui, com’è prevedibile, le camere dovessero essere necessariamente tutte singole sarà necessario tener conto dunque anche di una riduzione dei posti a disposizione nei singoli college.

Altre domande che sorgono spontanee sono le seguenti: sarà necessario apportare cambiamenti ai programmi? Ci saranno determinate attività e / o escursioni che non potranno essere effettuate per garantire un livello alto di sicurezza agli studenti?

Anche su questo ci sono ancora molti dubbi e quesiti a cui l’INPS non ha ancora fornito risposte o indicazioni.

Brexit ed Estate INPSieme 2020

Non dobbiamo sottovalutare, infine, la questione Brexit. E’ necessario infatti tenere bene in mente che alla fine dell’anno la Gran Bretagna sarà ufficialmente fuori dall’Europa, questo comporterà qualche cambiamento / limitazione per le vacanze studio Estate INPSieme 2021 in UK?

Non ci resta che attendere nuove comunicazioni da parte dell’ente di previdenza che si spera potranno chiarire ulteriormente la situazione ai diretti interessati: operatori e vincitori del contributo.

Commenti