I più grandi poliglotti della storia

I più grandi poliglotti della storia

Tutti sappiamo quanto sia importante conoscere le lingue e quanto in un mondo globalizzato questa competenza sia un valore aggiunto. C’è chi si cimenta nell’apprendimento di una sola lingua, chi di due, alcuni invece esagerano: sono i più famosi poliglotti della storia.

Un poliglotta è chi padroneggia più di una lingua straniera, quando invece le lingue conosciute raggiungono il numero di 12 si usa la definizione di iperpoliglotta.

Chi sono i più celebri poliglotti della storia:

House from tangram puzzle with flags of countries

  1. Cleopatra: secondo lo storiografo Plutarco la sovrana d’Egitto era in grado di parlare 9 lingue straniere.
  2. Federico II, sovrano delle due Sicilie, che secondo le fonti conosceva 6 lingue straniere: latino, siciliano (all’epoca una lingua a tutti gli effetti prima dell’unione d’Italia), tedesco, francese, greco e arabo.
  3. Pico della Mirandola, noto filosofo e umanista italiano, conosciuto per la sua incredibile memoria, parlava latino, greco, ebraico, arabo e aramaico.
  4. John Milton, autore inglese, oltre all’inglese parlava latino, francese, tedesco, greco, ebraico, italiano, spagnolo e aramaico.
  5. Il Cardinale Mezzofanti, si pone ancora più in alto con la sua conoscenza di 78 lingue più numerosi dialetti locali. Il cardinale ha affermato che di tutte le lingue straniere che ha studiato quella che l’ha messo più in difficoltà è stata il cinese, ha avuto bisogno di ben 4 mesi di impegno assiduo per poterlo padroneggiare correttamente!
  6. William James Sidis, bambino prodigio con straordinarie abilità linguistiche e matematiche, a sei anni parlava già 7 lingue e nell’arco della vita si dice che sia arrivato a padroneggiarne oltre 40. È considerato l’uomo con il più alto quoziente intellettivo della storia, compreso tra 250 e 300.
  7. Tra i contemporanei, uno dei più celebri è il linguista statunitense Alexander Anguelles, che conosce oltre 33 lingue.

 

Commenti