Orientamento degli studenti: come i docenti possono aiutare nelle scelte di vita

Orientamento degli studenti: come i docenti possono aiutare nelle scelte di vita

Il tema dell’orientamento sta assumendo un’importanza crescente nell’ambito scolastico, educativo e sociale.
Orientare significa educare a scegliere, significa accompagnare l’individuo a fronteggiare un compito difficile e delicato nel compiere scelte personali, professionali ed esistenziali vivendo in una società del rischio e dell’incertezza. L’orientamento si configura come un processo che coinvolge i soggetti per tutta la vita in una formazione continua essendo la vita lavorativa attuale in un divenire senza tempo.

Le azioni orientative possono essere di grande supporto nell’ individuare tutti quei fattori che contribuiscono a promuovere la consapevolezza delle proprie scelte e una maggiore certezza nell’affrontare i passaggi e le transizioni tra i diversi cicli di scuole e dalla scuola al mondo del lavoro.
Un percorso di orientamento efficace conduce e sostiene l’individuo nel passaggio da un futuro pensabile ad un futuro progettuale.
Conoscere ed esplorare le forze interne ed esterne alla persona, riconoscere le proprie aspirazioni personali, i sogni nascosti, le ambizioni, analizzare le risorse, i vincoli e i limiti che possono facilitare o ostacolare la realizzazione di queste aspirazioni, consente di programmare un progetto personale e un futuro possibile.

Potremmo guardare il percorso orientativo come un concetto che si allarga a tutti gli ambiti della nostra vita attribuendo ad esso un’accezione multidimensionale. In quest’ottica di riconoscimento di una maturazione continua dell’individuo e dell’accesso a tutte le dimensioni che connotano la vita di ogni persona, bisogna accettare i tempi lunghi dell’azione orientativa che è un’azione di ricerca del potenziale presente in ognuno di noi inteso come riconoscimento e come processo educativo costante nelle diverse fasi della vita.

compass-1031466_1920
L’adattabilità è una caratteristica fondamentale degli esseri umani intesa come metacompetenza da sviluppare per affrontare la discontinuità e per superare positivamente le difficoltà dei tempi attuali.
L’adattabilità dell’individuo è riferita alle capacità dell’individuo di anticipare il proprio futuro in un processo di maturazione continua.
Secondo Savickas (2001) il concetto di adattabilità si articola secondo quattro dimensioni principali: Concern, Control, Curiosity e Confidence.
Quando ci riferiamo al concetto di Concern, intendiamo la tendenza dell’individuo a progettare il proprio futuro con un atteggiamento positivo e con un determinato interesse.

La dimensione Control si riferisce alla capacità di sentirsi individui responsabili nella costruzione del proprio futuro.
Lo spazio della Curiosity riguarda gli individui come elementi capaci di analizzare le diverse attività lavorative presenti nel contesto reale facendo riferimento ai propri interessi e alle proprie attitudini.
La dimensione Confidence si riferisce alla capacità degli individui di perseguire i propri obiettivi professionali nonostante gli ostacoli difficili da superare.
Oggi si parla di percorsi orientativi da attuare in ogni tipo di scuola per facilitare gli alunni nelle scelte future. I docenti, nella realizzazione di quella che viene definita “didattica orientativa”, agiscono in modo tale che gli alunni possano comprendere meglio se stessi e la realtà lavorativa aspirata.

La persona è al centro della costruzione del proprio progetto di vita e può essere aiutata nella scelta da un facilitatore che nell’ambito educativo può coincidere con la figura del docente. L’insegnante non dovrebbe condizionare le scelte degli alunni ma aiutarli a valutare con realismo in quali direzioni possano rivolgere le proprie aspirazioni. E’ la consapevolezza delle inclinazioni alla quale l’individuo deve mirare, inclinazione intesa come attitudine, motivazione, desiderio.

future-2372183_1920
Attraverso l’attuazione di idee e di azioni progettuali, il docente insegna all’alunno ad organizzare e a fare progetti che tengano conto delle aspirazioni personali, dei mezzi disponibili, degli ambienti più idonei e delle possibilità di riuscita personali.
La didattica orientativa dovrebbe diventare un usuale modo di procedere e perché possa essere attuata c’è bisogno di un lavoro di equìpe e di squadra che condivida il progetto di lavoro.
Le diverse discipline di studio dovrebbero essere presentate nella loro interezza percorrendo le ramificazioni in ogni ambito della conoscenza, in modo che gli alunni possano effettuare delle scelte personali avendo davanti a sé un panorama di opzioni possibili.
L’interdisciplinarietà eliminerà le barriere tra le diverse discipline di studio e creerà un ponte con il mondo esterno alla scuola tra il sapere scolastico e il mondo lavorativo.

Si potrebbe intravedere un percorso che dalla didattica orientativa conduca ad una didattica individualizzata, incoraggiando l’uso di linguaggi alternativi per l’emersione di specificità individuali, incoraggiando tutte le scelte e ricordando che ogni scelta personale concorre alla realizzazione della persona, anello dignitoso di un progetto sociale. Saper riconoscere le proprie competenze acquisite o nascoste ma reali è frutto di un lavoro continuo dell’individuo anche quando ha lasciato la protezione delle mura scolastiche. Individuare le competenze consapevoli, confrontarsi e riflettere cercando di far confluire anche le competenze inconsapevoli più interiori e non ancora scoperte è un passo importante nella vita di un individuo.
Le competenze inconsapevoli sono esistenti e l’individuo le può identificare attraverso un lavoro di ricerca in se stesso.
Rinforzare la “self efficacy” di ogni persona significa fare in modo che la persona conquisti una consapevolezza propria per una progettualità più definita, pianificando meccanismi di acquisizione e il superamento di eventuali ostacoli inconsapevoli alla progettualità futura.
Educare alle scelte è orientare alle scelte, è orientare alla vita recuperando non solo la dimensione educativa ma anche e soprattutto la dimensione etica. Attribuire significato alle esperienze del passato, agli eventi del presente e alle aspirazioni del futuro sostiene la persona nei momenti di transizione arricchendo e indirizzando il proprio percorso di vita.

road-1668916_1920
Costruire una vita futura impiantata su aspirazioni concrete, significa raggiungere una consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza da considerare e valutare in termini di azioni intenzionali in un processo di “self actualization”.
Lo sviluppo della progettualità comporta attenzione ai processi di costruzione dell’identità in un contesto di identità liquida che conduce alla riscoperta della ricerca di senso.
La scoperta di valori e di significati dà la possibilità ai discenti di comprendere la realtà in modo differente e di attribuire valori diversi in una maturazione continua. Questo comporta una motivazione interna che mira alla scoperta del senso e del significato sviluppando l’autodeterminazione, l’autonomia motivazionale, la conoscenza del mondo lavorativo e la scoperta delle proprie risorse e competenze per vivere la scelta in libertà.
Nelle azioni di orientamento, la consapevolezza di una sperimentalità propria è importante per la formulazione di ipotesi soggette ad una verifica continua attraverso l’esperienza.
Per la costruzione delle scelte è fondamentale che la scuola non si chiuda nella sua autoreferenzialità ma lasci ampio respiro alla creazione di reti interne fattive e collaborative, favorendo l’apertura verso il mondo esterno.
La scuola, uno spazio laboratorio da vivere, esperienza orientativa di un laboratorio di ricerca dove gli attori muovono i passi in una narrazione condivisa e significativa di progetti personali futuri.

 

Roberta Tardi, docente di lingue straniere, specializzata ed esperta nei processi di inclusione, esperto valutatore dei processi didattici, formatore di educazione linguistica e di linguaggi verbali e non verbali.

Summary
Article Name
Orientamento degli studenti: come i docenti possono aiutare nelle scelte di vita
Description
Il tema dell’orientamento sta assumendo un’importanza crescente nell’ambito scolastico, educativo e sociale. Orientare significa educare a scegliere, significa accompagnare l’individuo a fronteggiare un compito difficile e delicato nel compiere scelte personali, professionali ed esistenziali vivendo in una società del rischio e dell’incertezza. L’orientamento si configura come un processo che coinvolge i soggetti per tutta la vita in una formazione continua essendo la vita lavorativa attuale in un divenire senza tempo.
Author
Publisher Name
mla
Publisher Logo

Commenti