La figura femminile nelle opere di William Shakespeare

La figura femminile nelle opere di William Shakespeare

Uno degli aspetti della grandezza di Shakespeare è la sua straordinaria capacità di osservare l’animo e la mente umana. Questo gli ha permesso di creare personaggi completi, credibili e verosimili, ognuno con una ben definita personalità.

Il tema delle donne è predominante nella sua opera. Egli, infatti, conosceva bene gli ostacoli che la società poneva alle donne. Le compagnie teatrali non le ammettevano sul palco a recitare, solo nella seconda metà del Seicento la pioniera Margaret Hughes, interpretando Desdemona, infranse questo tabù.

La società inglese a quell’epoca, come nel resto dell’Europa, aveva nei confronti delle donne un senso di protezione ma allo stesso tempo un desiderio di controllo su di esse.

 

Virginia Woolf in “ Una stanza tutta per sé” sorprese tutti con un’affermazione rivoluzionaria.

“Se il genio di Shakespeare fosse sbocciato in sua sorella Judith, nessuno avrebbe potuto evitarle il destino tanto tragico quanto quello di alcuni dei suoi personaggi femminili nati dalla penna del fortunato fratello. Costretta a reprimere il proprio talento”

Questa sarebbe stata la storia di Judith Shakespeare, ma Virginia Woolf non stava esagerando nello scrivere queste parole. Tra ‘500 e ‘600 le donne dotate e intraprendenti non avevano la possibilità di esprimere le proprie doti e di condurre una vita libera e soddisfacente. La regina Elisabetta I fu un’eccezione. Le donne, quindi, non potevano mostrare passioni o velleità, ogni loro espressione doveva far capo ad un sistema di valori maschile. Questa regola viene inserita nella maggior parte delle opere di Shakespeare e nel caso avvengano defezioni o eccezioni, esse verranno poi punite nel finale quasi sempre con la morte della protagonista che paga il debito del suo tentativo di emancipazione. Nel migliore dei casi, non trattandosi di opere tragiche, la sventurata diventa il bersaglio del ridicolo.

In questo articolo si vogliono analizzare alcuni dei più importanti personaggi femminili ognuno dei quali rappresenta una particolare tipologia con caratteristiche ben definite.

Warm up:

presentare alcuni passaggi e chiedere agli studenti di scrivere una breve definizione, sottolineare i vari aspetti della personalità di ogni donna.

Si possono fornire agli studenti una serie di aggettivi come quelli che andrò a suggerire di seguito:

tender, cunning, determined, brave, eager for power, cruel, ambitious, aware of her, dignity, strong, dangerous, strong- willed, resourceful, scheming, ingenious.

 Juliet Capulet's brick balcony in Verona

1 – La donna ribelle : Giulietta

( Romeo and Juliet)

Giulietta è forse il personaggio femminile più importante di tutte le opere di Shakespeare, costantemente unito al nome dell’amato Romeo. Donna ribelle che svolge un ruolo attivo nella storia rifiutando le convenzioni cortesi che assoggettavano la donna alle volontà della famiglia.

Il passaggio che viene presentato è uno dei momenti chiave della tragica storia dei due innamorati. Romeo e Giulietta hanno solo la notte di nozze da trascorrere insieme perché al mattino presto dovranno separarsi perché Romeo è stato bandito da Verona.

Atto lll scena V

Atto V Scena lll

Street canal in Murano island, Venice. Narrow canal among old colorful brick houses in Murano, Venice. Murano postcard, Venice, Italy.

2 – La donna sagace: Portia

( The merchant of Venice)

Bassanio, un nobile veneziano, chiede ad un ricco mercante, Antonio, di prestargli 3000 ducati per corteggiare Portia, una ricca e bellissima ereditiera. Antonio ha investito tutto il suo denaro in un flotta di navi che sono in mare, così vanno da Shylock, un usuraio ebreo, e gli chiedono un prestito. Shylock offre di prestare il denaro a Bassanio senza interessi ma ad una sola condizione che Antonio gli restituisca un kilo della carne di Antonio se il debito non verrà saldato.

Alla notizia che una tempesta ha fatto affondare le navi e che Antonio dovrà risarcire il debito, Shylock chiede subito la restituzione di quanto pattuito. Viene fatto un processo e convocato un esperto legale che dice di inviare in aula uno suo esperto in materia. Questo esperto sarà Portia, travestita da giovane avvocato e con grande astuzia risolverà il caso salvando la vita ad Antonio. L’intervento femminile scioglie la situazione e la porta alla sua conclusione. Portia non è solo bella e ricca ma una giovane brillante e intraprendente.

Lettura

Atto lV scena l

Julius Caesar statue in Rome

3- La donna integerrima: Portia

(Julius Caesar)

Una donna che è diventata l’emblema della dedizione, in un periodo in cui a Roma dilagavano corruzione e assenza di moralità, Porzia si distinse per la sua moralità ineccepibile e la dedizione al suo ruolo di figlia e di moglie.

Lettura

Brutus è sempre stato combattuto tra la sua ammirazione per Cesare e il suo amore per la libertà e sta prendendo in considerazione di uccidere Cesare perché rappresenta per lui un pericolo. I cospiratori vanno a casa di Brutus e insieme decidono di uccidere Cesare. Dopo che questa decisione è stata presa essi se ne vanno. Portia vuole sapere perché Brutus è così tormentato…

Atto ll scena l

ancient Egyptian papyrus

4 – La donna forte: Cleopatra

( Antonio e Cleopatra)

Il dramma storico “ Antonio e Cleopatra” ha come tema centrale l’amore travolgente tra i due protagonisti.

Cleopatra è una donna dal carattere volitivo, personaggio estremo, che oscilla tra virtù e vizio. La sicurezza di sé e il suo fascino conducono gli altri personaggi a considerarla come una donna lasciva che conduce Antonio alla perdizione.

Una donna follemente innamorata e capace di una gelosia devastante. Battagliera e orgogliosa ella preferisce togliersi la vita piuttosto che consegnarsi.

“Dovrei forse lasciarmi esporre allo scherno della plebaglia urlante di una Roma corrotta?”

 Glamis Castle

5) La donna avida: Lady Macbeth

Donna ambiziosa e senza scrupoli, alimenta la sete di potere del marito che appare fragile e indeciso di fronte alla moglie che invece denota determinazione e fermezza.

Lettura

Lady Macbeth ha appena ricevuto una lettera che la informa delle tre profezie delle streghe e crede che si possano avverare. Lei vuole che il marito diventi Re ma per fare questo Duncan deve essere ucciso. Lei sa che Macbeth è ambizioso ma debole così decide di ispirarlo. Immediatamente dopo un messaggio la informa che il Re sta arrivando al castello.

Il seguente soliloquio ci illumina sui pensieri e i sentimenti della donna

Atto 1 scena V

Atto 1 scena Vll

Atto V Scena l

Clil Arte:

Approfondimento sul pittore Füssli

“The sleepwalking Lady Macbeth” di Johann Heinrich Füssli.

 Plants in water

6) La donna debole: Ofelia

( Hamlet)

Ofelia è dotata di una grande sensibilità e di una estrema innocenza che la rendono vulnerabile e indifesa all’interno dell’ambigua e “ marcia” corte di Danimarca.

La sua esistenza inizia a sgretolarsi nel momento in cui diventa uno strumento per mettere alla prova Amleto. Amleto stesso, in questa occasione, si dimostra meschino ed egoista.

Da qui la sua mente, forse già labile, inizia a vacillare e si avvia verso un finale drammatico. Proprio la sua morte sarà, infatti, un avvenimento che porterà ad una veloce e repentina fine disastrosa per tutti i personaggi.

CLIL ARTE

Interessante proporre un collegamento con la Storia dell’arte e trattare il movimento dei preraffaeliti e il pittore J.E Millais

“ Ofelia” J.E Millais

Othello And Desdemona

7) La donna ingenua: Desdemona

Otello

“ Ha tradito suo padre potrebbe tradire anche te”

Desdemona è l’incarnazione della dolcezza e dell’innocenza, ma allo stesso tempo dimostra di avere un carattere determinato e di avere la forza di ribellarsi alle regole della società nella quale vive.

Otello però non ha abbastanza fiducia nella moglie e non ne vede la purezza, cosa che invece coglie pienamente Emilia che la ammira per la sua innocenza e per il suo coraggio.

Un abisso divide Otello da Desdemona, l’abisso di due razze ma a far innamorare Desdemona di Otello è proprio il modo accattivante con il quale egli racconta le proprie avventure esotiche.

Ma il destino di Desdemona è segnato, la trappola di Jago è ben ordita e Otello accecato dall’odio.

La gelosia di Otello però non è motivata né dalle azioni di Desdemona , né dalle parole di Jago, ma dalla propria debolezza. Desdemona è dolce e rappresenta il simbolo della purezza e della sincerità ed è la più devota delle mogli, ed è proprio la candida onestà a renderla più indifesa di fronte alla perfidia.

“ Che io abbia amato il Moro per vivere con lui, la mia aperta ribellione e la mia sfida alla fortuna, possono proclamarlo al mondo con le trombe, il mio cuore è sottomesso alla piena felicità del mio signore”.

 

Francesca Tamani

È docente di lingua inglese e francese presso la scuola secondaria “ A. Chieppi” di Parma. Referente e docente per le certificazioni Esol University of Cambridge e Trinity College e per le certificazioni Delf con Alliance Francaise. Ha collaborato alla stesura del testo “Make it” per la scuola secondaria con Cambridge University Press. Fa parte di un gruppo di lavoro Miur “Orientamente” che cura la didattica per l’orientamento e la progettazione di strumenti didattici. Ha curato l’introduzione della didattica Clil come referente per le lingue all’interno di un progetto verticale.

 

 

Commenti