Gloria: Il mio viaggio a Londra

Gloria: Il mio viaggio a Londra

 

Ci siamo, mancano solo 48 giorni. Questo sarà il mio terzo viaggio con voi e per me ormai MLA vuol dire famiglia. Quando sono partita per la prima volta ero in una situazione difficile: facevo seconda media ed ero, come purtroppo un sacco di altri ragazzi, vittima di un gruppo di bulli che mi deridevano per ogni mio singolo difetto. Non avevo amici e vivevo nel senso di inadeguatezza.

Quel viaggio mi ha cambiato la vita, mi ha fatto conoscere delle persone speciali, degli amici, e mi ha dato la possibilità di ricominciare. Mi ha permesso di vivere una realtà diversa da quella a cui ero abituata, mi ha permesso di maturare di imparare che ogni limite, per quanto possa far paura, può essere superato.

G4ZfIzf3

Ho imparato che ci sono persone buone e che i miei difetti, che in passato mi avevano fatta soffrire tanto, sono, in realtà, delle caratteristiche che mi appartengono e che devo amare. Ho imparato a credere in me stessa e nelle mie capacità ed è un valore che è importante trasmettere nella società di oggi dove, purtroppo, la maggior parte dei ragazzi si sente inadatto e per questo vive profondi stati di disagio.

Sembra assurdo ma questa esperienza mi ha cambiato la vita trascinandomi fuori da un tunnel e penso di non essere l’unica a cui avete fatto un dono così prezioso. È meraviglioso sapere che ci sono persone che si preoccupano realmente del futuro di noi ragazzi e ci offrono un’esperienza così bella. Un viaggio studio ti cambia la vita e ti apre le porte della mente e del cuore. Grazie infinite,
Gloria

Commenti