Il castello di Edimburgo: tutto quello che non sapevi

Il castello di Edimburgo: tutto quello che non sapevi

Il castello di Edimburgo domina il panorama della città, dalla sua posizione in cima alla rocca. È uno dei simboli della città ed è una tappa irrinunciabile per chi visita la capitale scozzese.

Andiamo a scoprire questa autentica meraviglia, ricca di storia.

  • Il castello è abitato fino dal IX secolo a.C. ed è l’edificio più antico di Edimburgo, arrivato integro fino ai giorni nostri.
  • Fra le fortezze antiche di tutta la Gran Bretagna, il castello di Edimburgo è fra le poche che può vantare una guarnigione militare permanente, sia pure per motivi di rappresentanza, e il quartier generale del Royal Regiment of Scotland e del British 52nd Infantry Brigade.
  • Il castello è costruito su una roccia di origine vulcanica, che risale a circa 340 milioni di anni fa, e si eleva a circa 120 metri dal livello del mare. Questa posizione strategica è stata fondamentale nel corso della sua storia.
  • Il castello è protetto da ogni lato da pareti a picco altissime. L’unico lato accessibile è quello est, che costituisce l’unica via di entrata al maniero.

Street sign pointing to the Castlehill and the Edinburgh Castle, Edinburgh, Scotland, United Kingdom, cloudy summer day

  • La sua ubicazione ha reso il castello inespugnabile e nel corso della storia infatti non è mai stato battuto dal nemico. Tuttavia ci sono state anche diverse difficoltà logistiche come il rifornimento idrico per i suoi abitanti. Infatti il materiale su cui è costruito non assorbiva l’acqua piovana, rendendo impossibile l’accumulo di riserve.  Nel corso di assedi molto prolungati in passato, molti suoi abitanti morirono per la mancanza di acqua.
  • La David’s Tower era di dimensioni eccezionali per gli standard costruttivi del tempo. Era alta circa 30 metri e aveva tre piani. La torre, inizialmente, ebbe funzione di ingresso al castello ma successivamente venne ampliata con l’inserimento di appartamenti per gli ospiti e per la nobiltà.

  • Il più antico edificio del castello e della città di Edimburgo è la St. Margaret’s Chapel la cui costruzione risale al XII secolo. Essa venne fatta costruire dal re Davide I come cappella privata della famiglia reale e dedicata alla propria madre che morì nel castello nel 1093. Questo edificio è usato ancora oggi per varie cerimonie religiose come matrimoni e battesimi, ma può contenere al massimo venticinque persone compresi gli officianti.
  • Il grande cannone da assedio del XV secolo Mons Meg è posto all’esterno della St. Margaret’s Chapel. Il cannone, pesante sei tonnellate, è puntato verso il nord della città di Edimburgo. Dagli spalti del castello si può ammirare il panorama che dà sul Royal Botanic GardenProprio qui una delle palle di pietra di 150 kg, scagliate dal cannone, cadde quando vennero sparate delle salve in occasione del matrimonio della regina Maria Stuarda con il delfino di Francia Francesco II nel 1558.
  • Nonostante il castello sia un’attrazione turistica, ha ancora funzioni militari essendo qui la sede del quartier generale dell’Esercito britannico. Qui si trovano le caserme principali del quartier generale della British 52nd Infantry Brigade, del Royal Regiment of Scotland e del Royal Scots Dragoon Guards. Dentro il castello c’è anche il museo dei Royal Scots.

Magnificent view of Edinburgh Castle

  • Uno spettacolo molto suggestivo chiamato Edinburgh Military Tattoo ha luogo tutti gli anni, nel mese di agosto, vicino all’ingresso del castello. Lo spettacolo, essenzialmente di natura militare, rievoca la storia della Scozia con evoluzioni di reggimenti scozzesi di varie epoche nei costumi tradizionali con il classico kilt, le cornamuse ed i tamburi. Il gran finale vede la sfilata di tutti i reparti scozzesi che in parata con le loro bande di cornamuse e tamburi suonano, tutte insieme, musiche tradizionali.
  • Il One O’Clock Gun  spara tutti i giorni, esclusa la domenica, alle ore 13 per consentire agli abitanti di Edimburgo di regolare l’orologio. L’origine di questa tradizione risale ai tempi passati quando i velieri che stazionavano nel porto di Edimburgo avevano bisogno di una fonte ufficiale per regolare i loro orologi di bordo.
  • Nel corso degli anni sono stati più volte sostituiti i cannoni usati per questo segnale ed oggi la salva viene sparata da un cannoncino posto nella Mill’s Mount Battery situata nel nord del castello. Per rendere precisa l’indicazione dell’ora (visto che il suono si propaga nell’aria a circa 343 m/s), sono state redatte delle tabelle che mostrano l’ora esatta in funzione della distanza di colui che sente il colpo di cannone rispetto al castello. Nonostante ormai questo segnale non sia più necessario, la cerimonia è diventata un’attrazione turistica.

 

 

Commenti